Pesca OnLine.com

Itinerari in Abruzzo

Il fiume Vomano

Il fiume Vomano è un fiume della Regione Abruzzo che si sviluppa lungo 76 km di lunghezza quasi interamente nella provincia di Teramo; il fiume si origina a circa 1200 metri di altitudine s.l.m. nel cuore del Parco Nazionale del Gran Sasso; il fiume sfocia nel mare adriatico nei pressi di Roseto degli Abruzzi. Per poter pescare nel fiume Vomano è sufficiente una licenza di pesca di tipo B; gli scenari offerti dal fiume Vomano sono piacevoli e caratterizzati da acque chiare e sponde in cui la vegetazione è rigogliosa; la larghezza del fiume, da 6 metri a salire, consente un discreto spazio operativo per pescare, inoltre

Leggi tutto: Il fiume Vomano

come arrivarci: Da teramo: arrivare a Porta Madonna, prendere la strada per il ponte a catena e proseguire fino al canile comunale. Da li salire per poggio cono(mantenersi sempre sulla strada principale)dopo circa 1 km dal canile incontrerete dei campi da calcetto sulla sinistra,proseguite per altri 500 metri e sulla seconda curva scendere a destra. Da roma a teramo: agli svincoli autostradali per teramo,uscire in direzione giulianova(per chi viene da roma all'incrocio tra i 2 ponti prendere lo svincolo a destra,per chi viene da

Leggi tutto: Lago del Salice

AventiNoKill

Ragazzi conoscete il nostro Fiume Aventino e il suo NK? Ecco delle foto

 

Leggi tutto: AventiNoKill

Il salinello

A nord della foce del Tordino c'è, fra Tortoreto e Giulianova, quella del Salinello, che giunge al mar Adriatico dopo un percorso lungo 44 chilometri. Il Salinello nasce dal versante occidentale del monte della Farina e nella prima parte scorre, piccolo torrente, fra prati e boschi in che, arrivato nella zona di Macchia da Sole, piega verso est insinuandosi profondamente fra la montagna dei Fiori e la montagna di Campli: sono, questi, i "Monti Gemelli". Attraversando i torrenti calcarei di cui sono essenzialmente composte le due montagne, il Salinello scava in essi un canyon orrido e spettacolare: appunto, le famose "Gole del Salinello", profondissime ed affascinanti, con imponenti pareti rocciose che extra piombano sul fiume e che talora sembrano quasi toccarsi (la distanza minima fra le due coste e di soli tre metri.....). Già dentro le gole (che segnano anche il limite estremo della presenza delle trote) il Salinello comincia comunque a manifestare le conseguenze della penuria d'acqua che ne caratterizza quasi tutto il corso: infatti, specie in estate

Leggi tutto: Il salinello